Eccoli , cinque grandi opere scaturite dall’impressione di grazia e leggerezza sprigionata dalla visione di un vecchio filmato di sedici millimetri girato a Gorizia sulle prime sedute di musicoterapia negli anni di sperimentazioni di Franco Basaglia.

A sette anni e fino a quando ho cominciato a vivere disegnando, ho passato molto tempo con i matti. L’estate stavamo in una casa nelle Dolomiti, costruita da un piccolo gruppo di libertari che avevano conosciuto Franco Basaglia a Gorizia. Io non lo sapevo ancora, ma quello che stavamo facendo era la conseguenza di quello che Basaglia aveva immaginato e fatto: la chiusura dei manicomi, il ritorno dei matti nella comunità delle persone». – S. R.

Stefano Ricci ci guida con le sue illustrazioni su carta colorata tra i pazzi che hanno popolato la sua gioventù. Ai ricordi di Gorizia si associano sogni legati a questo periodo, offrendo un racconto che è insieme sociale, politico e intimo. Al libro è allegato un DVD con un documentario di Stefano Ricci fatto con il materiale girato nell’ospedale di Gorizia, proveniente dalla Collezione Osbat Basaglia.